Font Size

SCREEN

Layout

Menu Style

Cpanel

ECM: Obbligatorietà e sanzioni

 

Le normative citate sanciscono che la violazione dell’obbligo di formazione continua determina un illecito disciplinare e come tale viene sanzionato sulla base di quanto stabilito dagli Ordini e Collegi professionali, che dovranno prevedere le sanzioni da applicare a coloro che non acquisiscono i crediti ECM necessari per soddisfare gli obblighi formativi.

Il sistema ECM prevede per ogni professionista della Salute l'obbligo di acquisire, per il triennio 2011-2013, un totale di 150 crediti ECM, con un minimo di 25 ed un massimo di 75 crediti per anno.

I crediti ottenibili attraverso la:

  • formazione residenziale, nelle tipologia di convegni, congressi, simposi, conferenze;
  • formazione sul campo, nelle tipologie di gruppi di miglioramento o di studio, commissioni e comitati, attività di ricerca;
  • attività di docenza e tutoring; non possono superare complessivamente il 60% delle attività formative, cioè 90 crediti nel triennio.

I crediti acquisibili attraverso la partecipazione a eventi sponsorizzati non devono eccedere un terzo del totale (50 crediti).


Nessuna limitazione è invece prevista per l'accesso ai corsi in modalità FAD (ad eccezione degli infermieri, per i quali il limite è fissato alla soglia massima del 60%).

Questa notizia è diffusa da numerosi ed autorevoli soggetti istituzionali o impegnati in ambito formativo e richiede che il nostro sistema ordinistico se ne faccia carico e la affronti chiarendone ogni aspetto. Il Collegio di Ravenna ha presente il problema e se ne farà carico quanto prima.

Sei qui: Home Notizie ECM: Obbligatorietà e sanzioni