Font Size

SCREEN

Layout

Menu Style

Cpanel

dibattito sul nuovo codice deontologico

Collegio IpasviLa stesura di un Codice Deontologico rappresenta a tutti gli effetti uno dei momenti più importanti, elevati e coinvolgenti per una comunità professionale: l’obiettivo primario del documento infatti non è semplicemente contenere  norme e regolamenti, ma restituire alla società una immagine chiara dell’identità, degli obiettivi e delle prospettive della professione infermieristica. Ancora una volta, al mutamento delle richieste di salute e delle esigenze sociali, gli infermieri si dimostrano in grado di mettere in discussione le regole che orientano il loro agire professionale, tenendo sempre conto dei propri valori professionali, dei rapporti con gli utenti e gli altri professionisti, dando il via ad un nuovo processo di revisione del Codice Deontologico.

 

Durante tutto il primo semestre del 2017, su mandato della Federazione Nazionale Collegi IPASVI, si sono svolte, su tutto il territorio nazionale, le procedure di consultazione pubblica ed anche il Consiglio Direttivo del Collegio IPASVI di Ravenna ha da subito riconosciuto l’importanza di strutturare un percorso che tenesse in considerazione il più ampio contributo possibile in termini di opinioni, pareri e prospettive.

I primi ad essere stati attivamente coinvolti sono stati naturalmente gli Infermieri iscritti, i quali hanno avuto la possibilità di esprimere le proprie considerazioni, articolo per articolo, in diverse forme: online, tramite la piattaforma nazionale ed una apposita sezione sul sito del Collegio di Ravenna, durante l’Assemblea degli iscritti, tenutati nel mese di marzo 2017, nella quale è stato previsto uno specifico momento di confronto, anche grazie alla presenza del bioeticista, Prof. Sandro Spinsanti.

Consapevoli che l’infermieristica presenta importanti punti di contatto con numerosi portatori di interesse, il Consiglio Direttivo IPASVI di Ravenna ha profuso sforzi, tempo e risorse affinché la consultazione fosse successivamente aperta e condivisa anche a tutti quei soggetti che, in modi e forme differenti, consideriamo strettamente legati alla nostra professione.

In quest’ottica, estremamente costruttivi sono stati gli incontri con le Direzioni Infermieristiche/Tecniche dell’Ausl Romagna e delle Aziende private presenti nel territorio provinciale, con il Corso di Laurea in Infermieristica, con i Rappresentanti delle Associazioni di infermieri presenti sul territorio e con l’Ordine dei Medici di Ravenna. In ultimo, non certo per importanza, siamo stati particolarmente onorati di ospitare nella nostra sede diversi Sindaci dei 18 Comuni presenti nella Provincia, tra i quali Michele De Pascale, Sindaco di Ravenna, i rappresentanti del Comune di Alfonsine e Faenza, oltre ai Presidenti delle Consulte del Volontariato della Provincia.

Il frutto di questa lunga ed articolata consultazione, avvenuta “a 360 gradi” con tutti i possibili interlocutori, portatori d’interessi presenti nel vasto territorio provinciale, è rappresentato da numerose riflessioni e puntuali proposte per ogni singolo articolo. Il materiale prodotto è stato trasmesso alla Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI in forma scritta, il quale contribuirà a redigere un Codice Deontologico condiviso dalla comunità professionale e non, in grado di accompagnare lo sviluppo professionale infermieristico dei prossimi anni.

La Presidente

Milena Spadola a nome del Consiglio Direttivo

Sei qui: Home Notizie dibattito sul nuovo codice deontologico